Due donne, Norma e Arianna, circondate da un variegato campionario di uomini alquanto deludenti, affrontano le vicende ora tragiche ora bizzarre delle loro esistenze con un'ironia e una tenacia tipicamente femminili.

E-mail, messaggi ed sms creano un mondo virtuale in cui si intrecciano, in modo accurato, la psicologia dei personaggi e la loro emotività. Dal dialogo a distanza fra le due amiche emergono le caratteristiche dell'una e dell'altra e le differenze fra loro.

Arianna e Norma sembrano appartenere a due pianeti diversi: tanto la prima è precisa, attenta alle apparenze, arroccata alla vita perfetta che si è costruita, tanto l'altra sembra problematica, incapace di accettare di buon grado le norme sociali così apprezzate dall'amica e di ricostruire un equilibrio che un lutto ha irrimediabilmente spezzato.

Come in un moderno romanzo epistolare dai loro scambi virtuali emerge ciò che le due donne lasciano apparire di se stesse e quello che, invece, tengono nascosto al resto del mondo. Fino all'epilogo che conferma la certezza che ognuno ha dentro di sé: niente è come sembra ma vale la pena scoprirlo con le proprie forze.